NanoSatellite Launcher

Il NanoSatellite launcher è il nostro vettore per il lancio in orbita di piccoli satelliti.

Ha un carico utile in orbita terrestre bassa, nella versione standard, di 200 Kg.

La versione standard è composta da tre stadi ibridi e monopropellenti.

Caratteristiche:

Il NanoSatellite Launcher (NSL) è formato da tre stadi.

Lo sviluppo è partito dall’esperienza dei membri del Gruppo Amatoriale Gotos (che collabora con le Industrie Gotospace per lo sviluppo dei razzi), che è un’associazione studentesca di appassionati del settore.

Esistono diverse varianti del razzo, che variano il terzo stadio o aggiungono booster laterali.

La versione standard (senza boosters e con il terzo stadio a monopropellente) è stimata di costare circa 4 milione a lancio.

Il primo volo suborbitale è pianificato per il 2022, e la prima missione commerciale per il 2023, ma questo potrebbe subire ritardi in caso la compagnia non riuscisse a trovare abbastanza fondi nell’immediato futuro.

L’obbiettivo finale è quello di avere un costo per un lancio dedicato di circa 20000 euro al chilo. Ovviamente, i prezzi dei primi lanci saranno leggermente superiori.

La base di lancio è pianificata per essere costruita in Veneto, ma la società non ha ancora rilasciato una località definitiva.

Il primo stadio è formato da sette motori ibridi Tachyon con una potenza complessiva di 210 kN (30 x 7) e sarà alto 9 metri con un diametro di 1,2, per permettere un facile trasporto.

Versioni future permetteranno il recupero del primo stadio tramite l’ausilio di paracaduti che saranno accomodati nel primo interstage, nella versione modificata.

Il secondo stadio è composto da quattro motori Tachyon con una potenza di 90 kN (22,5 x 4) ottimizzati per il volo in quota. Lo stadio è lungo 3,5 metri e ha un diametro di 1,2.

Il terzo stadio è lungo 1,75 metri e ha un diametro di 1,2, ed esiste in due versioni, monopropellente o solida.

La versione solida è stata in sviluppo fin da subito, ma nel Ottobre 2018 la compagnia ha annunciato lo sviluppo di una versione monopropellente che utilizza Perossido di Idrogeno ed è spinta da cinque motori (del programma MHP)da 120 N ciascuno.

Questa decisione è stata fatta perché permette lanci dedicati molto più precisi.

Le versioni future del NSL permetteranno l’installazione di booster laterali per aumentare il carico utile in orbita fino addirittura a 2000 Kg.

Le Industrie Gotospace stanno sviluppando due versioni di booster, una alta 8 metri con un diametro di 1, e una alta 4 metri con il diametro di 0,6. La configurazione più potente sarà la versione NSL-M(monopropellente)-2.4, che avrà due booster grandi e quattro piccoli. Questa versione permetterà anche di portare carichi in orbita lunare.

Versioni:

Al momento sono in sviluppo le seguenti versioni:

  • NSL-A (Chiamato NSL-Standard), dal 2023
  • NSL-BA (Con 4 piccoli booster laterali), dal 2027
  • NSL-BB (Con due grossi booster laterali), dal 2028
  • NSL-BC (Con tutti i booster laterali delle versioni precedenti), dal 2029

Missioni pianificate:

  • NSL-A-001: Made-In-Italy. 2023. 3 Satelliti (Confermato)
  • NSL-A-002: Gotos-1. 2024. 5 Satelliti (Confermato)
  • NSL-A-003: Cosmic Bag. 2025. 7 Satelliti (Pianificato)
  • NSL-A-004: (Carico confidenziale). 2025. 1-2 Satelliti (Pianificato)
  • NSL-A-005: Take a seat, young cubesat. 2026. 21 Satelliti (Confermato)
  • NSL-BC-001: Light Luna Lander. 16 Luglio 2029. 1 Sonda Lunare