Cinque settimane di GOTOS

14 Marzo 2018, giorno di apertura del progetto GOTOS.

Oggi, dopo 37 giorni dall’apertura (e 30 dall’apertura del sito) iniziamo a tirare le somme.

Abbiamo aperto 8 programmi (4 razzi e 4 satelliti), di diversi gradi di complessità.

Programma Kappa:

Il programma Kappa sta procedendo bene, ma non troppo.

La progettazione è quasi ultimata, ma è comunque indietro rispetto alla tabella di marcia. Infatti avevamo previsto di terminare questa fase il 4 Aprile, purtroppo abbiamo avuto dei contrattempi con le antenne, e per mantenere la telemetria abbiamo dovuto fare molte modifiche, che non sono ancora finite. Sarà probabile che il disegno finale sia diverso da quello di adesso.

La costruzione vera e propria non è ancora iniziata. Le componenti fisiche sono quasi tutte pronte, devono essere lavorate e assemblate. Il motore (MS-001) è in attesa del taglio e della saldatura, così come tutta la struttura in acciaio. In queste due settimane contiamo di poter iniziare a stampare i pannelli laterali del razzo, nella speranza che non avvengano altre modifiche ai disegni. Le componenti elettroniche, al contrario, sono pronte ad essere installate e programmate. I sistemi di controllo traiettoria e di recupero sono ancora in fase di disegno, e non saranno probabilmente pronte entro l’inizio dell’estate.

Quando verrà lavorato il motore avremo i dati precisi necessari per i calcoli, e potremo fare i documenti di sicurezza del lancio e fissare la data dell’evento.

Il software del vettore è ancora in progettazione.

Programma Tachyon

Il programma Tachyon, al contrario del Kappa, è avanti rispetto alla tabella di marcia.

Siamo già riusciti ad ottenere quasi tutte le componenti del sistema di iniezione, che è la parte più complessa e tendente a fallire di tutto il vettore. Il sistema di iniezione, che permette il flusso dell’ossidante alla camera di combustione, sarà comune in tutto i razzi del programma Tachyon. Abbiamo già assemblato i collegamenti per i fluidi, tra le elettrovalvole e le elettropompe, e abbiamo già pronti gli iniettori da saldare nella camera di combustione. Probabilmente il primo prototipo sarà pronto per un test statico a dicembre 2018.

Nano Satellite Launcher

Il vettore commerciale NSL ha iniziato la fase di disegno e la fase di calcoli approssimativi relativi alla potenza.

I suoi dati verranno calcolati dopo il test statico del motore Tachyon, che ricordiamo essere parte fondamentale del nostro razzo.

Sono già in fase di studio i metodi per permettere la separazione tra i diversi stadi, il recupero delle componenti e le fairing.

Abbiamo anche abbozzato una missione di test (NSL-000) molto molto particolare.

Programma Galileo

Il programma Galileo ha visto un abbozzo della capsula, ma non è stato deciso ancora quale sarà il razzo vettore, poiché la priorità di questa missione è bassa.

Cis-Lunar Cleaner

Il programma CLC ha visto l’inizio della fase di disegno e l’inizio dello sviluppo del software di controllo da terra.

Luna Lander

Il programma superficiale lunare ha visto la progettazione approssimativa del sistema di atterraggio morbido.

Earth Visual Controller

Il programma EVC ha visto lo studio delle dimensioni del satellite, il relativo peso e l’aspettativa di vita approssimativa. Abbiamo progettato lo schema per il controllo tridimensionale del satellite con dei getti di gas freddi monopropellenti.

TubeSatBer

Lo sviluppo dei TubeSatBer è iniziato con la ricerca di una struttura fisica da utilizzare, con la ricerca delle antenne di trasmissione dati e le schede madre,che probabilmente saranno uguali alle schede madri dei nostri razzi.

Rampa di lancio

Abbiamo iniziato a disegnare su carta la rampa per i nostri razzi sonda, compresi i disegni dei sistemi di aggancio, sgancio, accensione e alimentazione.

Il nostro sito

Abbiamo aperto il sito web, e in un mese abbiamo ricevuto 200 visite da 62 visitatori di 2 nazioni (Italia e Regno Unito). Siamo molto orgoglioso di quelle persone che ci seguono sulla nostra piattaforma online, perché ci permette di comunicare con le persone a cui stiamo a cuore.

Il Direttore Operazioni

Bonissi MatteoGotos